Info Internazionali


locandina-mapuche-definitiva

Sabato 12 novembre 2016

@Kascina Autogestita Popolare
Via Ponchia, 8 BG
x info e prenotazione cena: antispefa@autistici.org
Parcheggiare in via L. Da Vinci e fare la salitina di Via Ponchia a piedi

dalle 17:
* presentazione Rete in Difesa del popolo Mapuche
– aggiornamenti sulle lotte nei territori mapuche
– proiezione video sul territorio Tranguil e la RP Global
EL Grito del Tranguil – Proyecto Mini Central Hidroeléctrica Tranguil
– collegamento dal territorio di Tranguil (altro…)

boll-mapuche_2_500

Come Rete in difesa del popolo Mapuche Milano abbiamo aggiornato il primo dossier, purtroppo ne diamo notizia insieme a quella drammatica dell’assassinio della lamngen Macarena.

Bollettino 2: Pdf per la stampa
Indice
• Incontro con Marcelo Garay, compagno e giornalista di Santiago del Cile
• Cile / Wallmapu. Nella comunità Mapuche Lumaco Bajo è come vivere nell’epoca feudale (agg. 2016)
• I progetti ENEL in Chile
• ENEL/ENDESA – Multinazionale europea in America Latina
• Alcune multinazionali italiane/europee che operano in territorio mapuche
• Elenco prigionieri politici Mapuche (agg. 29.08.16)

**************
MILANO, ITALIA: LA MORTE DELLA LAMNGEN MACARENA VALDES CI RIEMPIE DI TRISTEZZA E IMPOTENZA.
PER QUESTO VOGLIAMO UNIRCI A QUESTO MOMENTO DI DOLORE.

(altro…)

aoaIl 23 Aprile 2016, diversi gruppi appartenenti al movimento antirazzista statunitense hanno preso parte a un corteo indetto per contrastare l’adunata del Ku Klux Klan, storico bastione del suprematismo bianco. Il raduno si è svolto presso lo Stone Mountain Park, nello stato della Georgia, dove centinaia di individualità hanno marciato e lottato per dire “no!” al revival di odio razziale e politiche reazionarie che si è tenuto a pochi metri di distanza. La profonda vicinanza che sentiamo è tanto forte quanto l’evidenza di un nemico multiforme e globale: Ku Klux Klan oltreoceano, Hammerskins, Lealtà Azione e camerati vari nel nostro continente. Il fascismo vive e cammina tra di noi, come uno zombie divora e infetta i quartieri, nutrendosi di paura e ignoranza per alimentare gli spettri a difesa del potere costituito; per questo è necessario contrastarlo in ogni strada e in ogni città.
(altro…)

Incontro su liberazione animale ed ecologia radicale
Luogo: Marsiglia, dal 25 al 31 luglio 2016
31, rue Jean Cristofol 13004 Marseille

rat-attack_2016

Venerdì 29 luglio dalle ore 10am, ci sarà la presentazione del nostro dossier e il dibattito sulle nuove destre nell’ecologismo in Italia
Tutte le info sul blog RAT ATTACK

Appello in italiano.
Questa estate, dal 25 al 31 Luglio 2016, si svolgerà a Marsiglia il primo RAT ATTACK, un raduno sulla liberazione animale e l’ecologia radicale per incontrarsi, condividere e organizzarsi insieme.

Mentre tutto è sempre più rapido, anche il peggioramento è più veloce e gli attacchi contro la terra e la vita che la abitano stanno diventando sempre più violenti; mentre noi siamo sempre più oppressi e in modi sempre più elaborati, con la morte che si diffonde anche nei nostri cuori, ci rifiutiamo di rimanere passivi di fronte a questo mondo che ha giurato di garantire la nostra miseria.
(altro…)

Luogo: Parigi
Ora inizio: 14:00

clement_2016

da www.pourclement.org

MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA

Tre anni dopo, non ci arrendiamo!

Sono già tre anni, dal 5 giugno 2013, che il nostro compagno Clement Meric, attivista sindacale e antifascista, è stato assassinato da membri del gruppuscolo neonazista Troisieme Vois. Oggi, dai media e nei discorsi politici la sua morte è ancora presentata come il risultato di una lotta tra bande, ridotta a una notizia e non la si vede come una conseguenza della normalizzazione delle ideologie di estrema destra in ampi settori della società francese. L’attivismo di gruppi neofascisti, i discorsi apertamente razzisti e sessisti diventano la norma… sono solo i sintomi dell’installazione di un sistema autoritario, sessista, razzista e antisociale.

(altro…)

pantheres enrages_logo

Abbiamo intervistato il gruppo francese Pantheres Enragees che ci dà spunti di riflessione su cosa si sta agitando oltralpe. Lo diciamo sempre e riconosciamo l’importanza di ripeterlo: l’interconnessione delle lotte è una rotta fondamentale per attaccare questo sistema di dominio nei suoi diversi piani. Evitare di collegare le diverse forme di autoritarismo e antropocentrismo, oltre che fare da effetto placebo per un vero cambiamento verso una liberazione totale, lascia gioco facile a tutti quei gruppi che appropriandosi di lotte altrui e mascherando i loro reali pensieri razzisti e gerarchici, riescono nel loro intento di fare proselitismo e aggregazione.

virgolette_apertura

1D. Prima di tutto, ci piacerebbe sapere che tipo di progetti e azioni portate avanti nel vostro territorio, riguardo gli animali umani e non umani.
1R. Cerchiamo di avere un vasto campo d’azione… A proposito di animali non umani, siamo prima di tutto un collettivo antispecista, abbiamo protestato contro la vivisezione, la corrida (che è molto diffusa nel sud della Francia) e l’industria della carne.
(altro…)

dossier-antispefa-eng_2016_cover

Italian version

ANTISPEFA – Antispeciecists Antifascist Milan wants to be a counter-information archive about right wing infiltration in Italian ecologist and animal rights’ field. Counter-information is one of the tools used to recognize and isolate, unmask and fight it.
On our blog, we started collecting basic information about institutional places, cultural centers, commercial activities and memorial places of right wing in Lombardia, displayed on a map, in order to focus on “monographic sheets”.

(altro…)

hunt_saboteurs

Abbiamo contattato l’HSA per conoscere meglio questa associazione, che sappiamo essere generosa da anni per i contributi contro la caccia, e che nel 2015 ha aderito al network antifa inglese. La battaglia contro ogni tipo di caccia, come altre lotte, deve poter immaginare uno scenario con diversi livelli di contrasto, dai sabotaggi alle richieste di stralci legislativi, dalle azioni dirette alle denunce contro i cacciatori anche per i maltrattamenti che infliggono agli animali che allevano, come la tortura dei richiami vivi per l’uccellagione o a quelli che colpiscono i cani da caccia. Per quanto, dal nostro punto di vista, petizioni e raccolte firme non portino ad un cambiamento, ma solo a farsi conoscere, a far parlare del caso in questione per riuscire a creare reti di mobilitazione attive e dal basso, crediamo che questi livelli si debbano supportare a vicenda per poter raggiungere la fine di questa atroce attività. La caccia, legale o illegale che sia, siamo certi che sia sempre terribile, atta solo ad educare e a formare alla violenza, in particolare alla supremazia dell’essere umano su qualsiasi altro animale.

(altro…)

BanniereComite
da www.pourclement.org

Il 5 giugno 2013, Clement Meric, sindacalista e antifascista, è stato picchiato a morte da un gruppo di estrema destra. In tutta la Francia decine di migliaia di persone sono scese in piazza per mostrare la loro decisa opposizione all’ estrema destra con una speranza: “Mai più”. Dal mondo intero ci sono arrivate testimonianze di sostegno.

(altro…)

exileAbbiamo tradotto l’articolo delle compagne e dei compagni di New York per portare un’esperienza vissuta da chi sta incorrendo nei nostri stessi problemi e che può darci degli elementi in più per riflettere sulle infiltrazioni dell’estrema destra. Per molti non sarà una novità leggere la notizia di Exile e Sadie fascist* e attivist* ELF, ma vogliamo darle eco perché pensiamo possa essere un episodio di cui tener conto, perché ci ribadisce quanto l’anarco-nazionalismo si stia diffondendo, seppur ancora più radicato e presente negli States che da noi, e come là cercano di affrontarlo; inoltre perché non abbiamo trovato una traduzione italiana e perché la tematica non può che interessarci.
Queste correnti identitariste in Italia sono ancora di portata limitata (vedi scheda su Anarco-nazionalismo), ma non per questo si devono sottovalutare, anzi. La conoscenza di tali fenomeni e come affrontarli diventa necessario per evitare le sempre più numerose infiltrazioni di questi gruppi all’interno dei movimenti di liberazione animale e della terra. Fermarsi su esperienze simili e già accadute diventa imprescindibile.
Attualmente, ci dicono che Exile non faccia riferimento ad un gruppo di attivismo particolare, ma si sia dato alla scena musicale, attorniato da persone che gli han permesso di diventare come un leader di una setta. 

L’EX PRIGIONIERO ELF/GREEN SCARE EXILE, ORA FASCISTA

Agosto 2014
fonte NYC ANTIFA

E’ stato un segreto di Pulcinella per mesi che Nathan Block (meglio conosciuto come Exile), un ex prigioniero dei Green Scare che trascorse numerosi anni in carcere per diverse azioni Earth Liberation Front (ELF), è diventato fascista. Ciò si è saputo non solo attraverso numerosi account personali da Olympia, ma da copiosi messaggi sul suo Tumblr Loyalty Is Mightier Than Fire (Exile ha confermato a degli antifascisti locali che il blog è il suo).

(altro…)

Pagina successiva »