Entries tagged with “Conoscerli Per Isolarli”.


PAEParliamo del PAE perché si insinua in quel crescente cono d’ombra, in cui il qualunquismo politico sta risultando sempre più pericoloso e che dà eco alla destra e alle sue manovre sempre meno mascherate. Pur non dichiarandosi di destra, anzi, specificando di essere post-ideologico (forse il termine rossobrunismo è stato ritenuto troppo esplicito), utilizza metodi e linguaggi tipici di un certo agire politico, che lo fanno ritrovare in piazza con gruppi che non hanno nessun problema a dichiararsi fascisti e con una destra razzista.

(altro…)

Conoscerli-per-isolarli-antispefa-2016_cop2

CONOSCERLI PER ISOLARLI, ISOLARLI PER ELIMINARLI.
La destra, più o meno estrema, in ambito ecologista e animalista in Italia.

Per scaricare il pdf della versione aggiornata 1.0.1, già in formato di stampa in A5 vai QUI

(Per organizzare dibattiti e presentazione del dossier contattaci antispefa@autistici.org)

 

ANTISPEFA – Antispecisti Antifascisti Milano vuole essere un archivio di controinformazione sui tentativi di infiltrazione nell’ambito ecologista e antispecista della destra. La controinformazione è uno degli strumenti per riconoscerla ed isolarla, per smascherarla e combatterla.
Sulla Mappa online nel nostro blog antispefa.noblogs.org abbiamo iniziato a raccogliere le informazioni essenziali sui luoghi istituzionali, centri culturali, di ritrovo, attività commerciali e luoghi della memoria della destra in Italia per poi focalizzarci su “schede monografiche”. Un lavoro che necessita di continuo aggiornamento e che prende spunto da precedenti dossier, qui con uno sguardo specifico agli entrismi sulle questioni animale e ambientale per individuare questi rigurgiti nazi-fascisti che stanno proliferando in tutta la penisola, spesso mascherandosi sotto spoglie di associazioni, comitati e gruppi informali.

Nell’ecologismo e nell’animalismo, in questi ultimi anni, stanno affiorando sempre di più individui e gruppi che fanno diretto riferimento a ideologie razziste e fasciste o che non si dichiarano apertamente tali, rifacendosi a teorie e pratiche anticapitaliste, antimperialiste, addirittura antidominio. In questo primo lavoro iniziamo ad analizzare alcuni movimenti, gruppi e personalità delle istituzioni direttamente riconducibili al neofascismo o quelli che, pur definendosi apolitici, hanno in comune ambiti, metodi e linguaggio o che ne tollerano la presenza al loro fianco.

(altro…)

LLa-Foresta-Che-Avanzaa Foresta che avanza è l’associazione ecologista di Casa Pound Italia, noto movimento neofascista italiano.

Il loro programma ha come primo punto l’essere “contro l’industria della carne” precisando che vogliono “una esistenza e una morte più umana per gli  animali che contribuiscono con la loro vita alla nostra alimentazione.” Non nascondono affatto la loro visione antropocentrica e quindi gerarchica.

(altro…)

strip_logo_100percento

Centopercentoanimalisti nasce nel padovano come associazione no profit nell’ aprile del 2003. I suoi fondatori sono tre amici: Paolo, Jasmine e Federico.

(altro…)

fuckspeicismMemento Naturae nasce nel 2005 come gruppo ambientalista che “si ispira ad una visione del mondo verticale che non può rispecchiarsi o ridursi a semplicistiche definizioni interpretative quali associazione o movimento, animalista, ambientalista o altro.”

(altro…)

solidarietàL’area di riferimento neofascista che intrattiene rapporti con l’estrema sinistra è chiamata correntemente comunitarista, in alcuni casi nazi-maoista e negli ultimi anni rossobruna. L’origine dei termini, non pare avere dei battesimi ufficiali, ma nel tempo si sono assunte e diffuse queste definizioni, che mantengono immediatezza e chiarezza di significato.

Cerchiamo di dare una visione storica del fenomeno, non dimenticando mai che lo stesso Fascismo ha attinto molto dalle istanze socialiste e sociali e che, quindi, non si tratta di alcunché di nuovo, semmai di riadattamenti ai tempi storici.

(altro…)

Nell’ecologismo e nell’animalismo, in questi ultimi anni, stanno affiorando sempre di più individui e gruppi che fanno diretto riferimento a ideologie razziste e fasciste o che non si dichiarano apertamente tali, rifacendosi a teorie e pratiche anticapitaliste, antimperialiste, addirittura antidominio. Si camuffano utilizzando simboli e frasi che appartengono al comunismo/anarchismo, persino all’animalismo/antispecismo, sventolando la necessità di superare la divisione tra destra e sinistra. Per loro, il fascismo scompare dall’attualità e, di conseguenza, anche l’antifascismo.

In particolare, non vogliamo sottovalutare, seppur ancora di limitata portata, quelle correnti che si rifanno a ideologie comunitariste e all’ecologismo sociale, che parlano di antispecismo e che uniscono radicalismo ecologico e primitivismo a pratiche federaliste, identitariste e solidali. Vengono assunte teorie anarchiche e vengono declinate in modo da proteggere la comunità/stato da infiltrazioni ‘esterne’ che ne possano contaminare la purezza. Alla fine, per proteggere il gruppo/comunità/stato si ricorre alla violenza verbale e fisica. Il nemico, il diverso è da eliminare. In Italia, queste manipolazioni non rappresentano loro nuove strategie, ma se ne possono ritrovare gli antecedenti dagli anni ’70 e/o dagli albori del Fascismo stesso.

Per noi è impensabile dare spazio non solo ai fascisti e razzisti del III millennio, ma anche a chi si mischia a loro e ne condivide analisi, percorsi e lotte.

Un elenco di questi gruppi (pubblicheremo diverse schede), la storia, le collaborazioni che attivano e delle nostra analisi, ci auguriamo possano essere un aiuto per riconoscerli e isolarli.

CONOSCERLI PER ISOLARLI:
NAZIONAL-ANARCHISMO, RESISTENZA NAZIONALE e AUTONOMI NAZIONALISTI

(altro…)