Gianluca e Adriano


Hart-Fenrir-1

Aggiornamento gennaio 2016: Gianluca si trova ora ai domiciliari, mentre Adriano è libero.

****
La sentenza del processo di appello contro Gianluca e Adriano ha annullato l’accusa di terrorismo e ridotto le condanne.
I due compagni anarchici, in carcere sotto regime di Alta Sicurezza 2 dal 19 settembre 2013, erano accusati di associazione con finalità di terrorismo ed eversione dell’ordine democratico, oltre che di incendio, furto aggravato in concorso, deturpamento e imbrattamento di cose altrui: concetti giuridici e strumenti repressivi per sanzionare le 13 azioni di cui sono stati ritenuti responsabili.

Permangono le accuse per i reati specifici, ma le condanne sono state ridotte a 1 anno e 8 mesi per Adriano, che è stato scarcerato, e a 3 anni per Gianluca, il quale resta ancora in carcere.

Gianluca Iacovacci
CC di Ferrara
Via Arginone 327
44122 Ferrara

da Informa-azione

facciamo finta chei.indd

L’ultimo scritto di Gianluca, prigioniero ora a Ferrara – marzo 2015

Per non farli sentire soli:

Gianluca Iacovacci
e
Adriano Antonacci
CC di Ferrara
Via Arginone 327
44122 Ferrara

altro materiale QUI

 

manifestoA3_gianluca_adriano_web

“Chi si crede particolarmente superiore o prioritario rispetto ad altre forme viventi e di lotta, non fa altro che giustificare la sottomissione, la chiusura in gabbia e il controllo di qualcuno su altri ritenuti inferiori da sottomettere ad altrui volontà ideologiche.” – cit. Gianluca

Solidarietà a Gianluca e Adriano, in carcere con regime AS2 dal 19 settembre 2013 con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo e di eversione dell’ordine democratico, incendio, furto aggravato in concorso, deturpamento e imbrattamento per alcune azioni dirette contro enti e strutture coinvolte nella devastazione della Terra.
Il 26 maggio a Roma inizia il processo con rito abbreviato e ancora non si sa se verrà loro imposta la “presenza in aula” attraverso una videoconferenza, ultima trovata per tentare di isolare compagn* in lotta. Ma non saranno soli! Solidarietà a tutt* ribell* rinchiusi, che lottano e han perso la vita contro dominio, sfruttamento e devastazioni.

Materiale da diffondere:

(altro…)