Entries tagged with “interviste”.


pantheres enrages_logo

Abbiamo intervistato il gruppo francese Pantheres Enragees che ci dà spunti di riflessione su cosa si sta agitando oltralpe. Lo diciamo sempre e riconosciamo l’importanza di ripeterlo: l’interconnessione delle lotte è una rotta fondamentale per attaccare questo sistema di dominio nei suoi diversi piani. Evitare di collegare le diverse forme di autoritarismo e antropocentrismo, oltre che fare da effetto placebo per un vero cambiamento verso una liberazione totale, lascia gioco facile a tutti quei gruppi che appropriandosi di lotte altrui e mascherando i loro reali pensieri razzisti e gerarchici, riescono nel loro intento di fare proselitismo e aggregazione.

virgolette_apertura

1D. Prima di tutto, ci piacerebbe sapere che tipo di progetti e azioni portate avanti nel vostro territorio, riguardo gli animali umani e non umani.
1R. Cerchiamo di avere un vasto campo d’azione… A proposito di animali non umani, siamo prima di tutto un collettivo antispecista, abbiamo protestato contro la vivisezione, la corrida (che è molto diffusa nel sud della Francia) e l’industria della carne.
(altro…)

hunt_saboteurs

Abbiamo contattato l’HSA per conoscere meglio questa associazione, che sappiamo essere generosa da anni per i contributi contro la caccia, e che nel 2015 ha aderito al network antifa inglese. La battaglia contro ogni tipo di caccia, come altre lotte, deve poter immaginare uno scenario con diversi livelli di contrasto, dai sabotaggi alle richieste di stralci legislativi, dalle azioni dirette alle denunce contro i cacciatori anche per i maltrattamenti che infliggono agli animali che allevano, come la tortura dei richiami vivi per l’uccellagione o a quelli che colpiscono i cani da caccia. Per quanto, dal nostro punto di vista, petizioni e raccolte firme non portino ad un cambiamento, ma solo a farsi conoscere, a far parlare del caso in questione per riuscire a creare reti di mobilitazione attive e dal basso, crediamo che questi livelli si debbano supportare a vicenda per poter raggiungere la fine di questa atroce attività. La caccia, legale o illegale che sia, siamo certi che sia sempre terribile, atta solo ad educare e a formare alla violenza, in particolare alla supremazia dell’essere umano su qualsiasi altro animale.

(altro…)