logo_militalia-softairA Novegro per due volte l’anno (maggio e novembre) si tiene Militalia, la principale fiera italiana per appassionati di collezionismo militare, armi e tutto ciò che ha a che fare con guerra e forze armate e rievocazione storica.
A Militalia si va dalle sfilate in costume all’esposizione e movimentazione di mezzi militari, dalle conferenze tenute da storici alle dimostrazioni pratiche di difesa personale, dalla vendita di cimeli antichi alla paccottiglia. Un mondo variegato dove abbondano anche gli stand che commerciano in gadget nazifascisti, bandiere con celtiche e croci uncinate, oggetti appartenuti a nazisti e fascisti. Dall’edizione invernale del 2015 è cresciuta l’importanza e la compresenza di Softair Expo.
Un connubio che ci fa vomitare. Contro ogni forma di dominio e di esercito, contro ogni forma di difesa e mantenimento delle classi dominanti e dello stato!

Il Softair è quella pratica simile ad una battaglia, ma dentro un campo da gioco, che può essere urbano o, molto più frequentemente, un’area boschiva naturale. Nei regolamenti delle varie associazioni, oltre ai soliti slogan militari di coraggio e forza, viene spesso sottolineata la loro voglia di fare un esperienza unica a contatto con la natura. Le stesse frasi e la stesso pensiero che viene propagandato da altri gruppi che agiscono purtroppo a contatto con la natura: i cacciatori e i pescatori. In questo modo, se per 4 mesi all’anno da ottobre a gennaio, i boschi e le zone naturali sono sfregiate dalla presenza di chi uccide per divertimento, gli altri 8 mesi gli stessi boschi sono invasi dalle stesse tipologie di umani che si divertono a simulare l’uccisione di altri esseri viventi. Sempre sotto lo slogan di ‘vivere’ la natura. Stesso pensiero di supremazia sul più debole. antimilitarismoL’impatto delle due attività sull’ambiente non si ferma solo all’inquinamento causato delle cartucce (altra similitudine fra le due attività), ma sopratutto colpisce l’ecosistema che vive in quell’ambiente, continuamente disturbato e violentato dalla presenza di umani in assetto di guerra. Non è, quindi, neanche un caso che questi gruppi (cacciatori, pescatori e Softair vari) si trovino poi insieme in importanti eventi fieristici come a Novegro, al Natur-Show nel Sud Italia, dove “Le Aziende Produttrici di Armi, Munizioni, Sistemi di puntamento propongono in esclusiva per il Sud Italia le novità del Settore“, al “Caccia&Country” sulle rive dell’adriatico o al “CacciaVillage” in Umbria, per finire nelle principali fiere venatorie del nord italia.
Altra cosa abbastanza comune che le due attività hanno è quella di rivendicare la loro funzione di freno all’attività di bracconaggio. Purtroppo i dati evidenziano come spesso (se non sempre) un bracconiere è prima di tutto un cacciatore e data l’affinità dei due gruppi non è così difficile pensare che lo stesso bracconiere sia anche socio di qualche gruppo Softair. Può così unire l’attività ludica di simulare l’uccisione di umani a quella più redditizia dell’attività di bracconaggio. Purtroppo si sono già verificati casi di questa sincronia…

vassalli-webLa fiera Militalia, inoltre, oltre a raccogliere tutta la paccottiglia militare e fascista in circolazione, tra i padiglioni ospitava fino alla fine del 2015 un nazista vero, Giuseppe Vassalli, ultimo reduce della 29ma divisione Granatier, le SS italiane, volontari che giurarono fedeltà a Hitler, torturatori e spietati nella repressione antipartigiana, criminali e assassini. Il 24 aprile 2016, al cimitero Maggiore di Milano, in compagnia delle altre associazioni di combattenti, è apparso il gonfalone di questa divisione, portato da due giovani con berretti ornati dai fregi delle SS e che, durante la commemorazione, hanno salutato al grido nazista di Siegh Heil con il braccio teso.
Giuseppe Vassallo, deceduto alla fine del 2015, è diventato una figura mitica tra i neofascisti nostrani. Ha scritto libri ed è stato ospite della libreria Ritter di via Maiocchi, a Milano, per presentare la sua autobiografia nel marzo 2013 sfoggiando le due rune delle SS sulla giacca. A Militalia è stato ospite più volte allo stand della sua associazione che anche quest’anno era presente con tutto il suo rivoltante repertorio.

Oltre all’esaltazione della cultura della guerra e al feticismo kitsch, questa fiera è anche un momento di pubblicità e incontro per i gruppi neofascisti italiani, specialmente milanesi.
Nello stand dell’ACSaf (ausiliarie combattenti della RSI) presenza fissa è quella dell’associazione Memento, ossia la veste con la quale Lealtà Azione si mostra quando si occupa di commemorazioni e pulizia dei cimiteri italiani dove sono sepolti gerarchi fascisti e nazisti. La delegazione è formata esclusivamente da ragazze che prendono regolarmente parte alle sfilate nere del 25 aprile al cimitero Maggiore di Milano o a quello di Monza e il 29 aprile a Milano per Ramelli, Pedenovi e Borsani. Le ausiliarie del ’44-’45, arruolate volontarie, dopo il corso di addestramento venivano considerate personale militarizzato con la qualifica di volontarie di guerra.

militalia_asaf

Le camerate di Memento con Fiamma Morini, ausiliaria della Xa Flottiglia Mas

Uno spazio fisso è riservato anche alle associazioni degli Arditi e dei reduci della Repubblica sociale con relativi vessilli e materiali così come le rappresentanze della X Mas, scrivono in uno spazio “gentilmente” prestato dalla Marina Militare, e della Legione Ettore Muti.
La Decima Flottiglia MAS nasce all’inizio della II guerra mondiale come reparto segreto della Regia Marina per l’utilizzo dei mezzi d’assalto subacquei e di superficie, sviluppati difficoltosamente alla fine degli anni ’30. Junio Valerio Borghese è il comandante che dopo l’8 settembre 1943 rimane con Mussolini e i tedeschi, e protagonista del fallito tentativo di golpe nel 1970.
La Legione Autonoma Mobile Ettore Muti nasce il 18 settembre 1943 come corpo militare della RSI, con compiti di polizia politica e militare, per la maggiore composto da elementi del fascismo milanese, integrati da volontari della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale, evasi, criminali comuni e altri loschi individui. Sotto il comando dello squadrista Francesco Colombo, si distinguono per rastrellamenti e comportamenti violenti, potendo agire indisturbati nella provincia di Milano e di Cuneo il 1944 ed il 27 aprile 1945.

aratro_webUna citazione a parte merita un convegno dal titolo significativo Il raccolto d’Oltremare e dal sottotitolo ancor più illuminante è l’aratro che traccia il solco ma è la spada che lo difende, tenutosi nell’edizione del maggio 2015. Il contenuto è spiegato direttamente nella presentazione ufficiale che riportiamo testualmente: “Una citazione a parte merita la mostra “Il raccolto d’Oltremare”: le opere agricole italiane in Africa dal 1914 al 1940. Il sottotitolo in occhiello è il proclama: E’ l’aratro che traccia il solco ma è la spada che lo difende, che appariva dipinto sui muri di tante contrade del nostro Paese. Siamo ormai in pieno EXPO 2015 il cui tema:” Nutrire il pianeta, energie per la vita” pone al centro il grande argomento della terra e della sua coltivazione. La rassegna di Novegro, organizzata con la collaborazione dell’A.N.R.R.A., Associazione Nazionale Reduci d’Africa, ci riporta indietro ad un periodo ben circoscritto della nostra storia in cui, non è retorica ricordarlo, rifulse il lavoro italiano in Libia, Somalia, Eritrea ed Etiopia, soprattutto nelle opere per l’agricoltura. Del breve “Impero” tricolore e delle sue indiscusse realizzazioni di civilizzazione ne parlano, anche con gli inevitabili riferimenti alla situazione corrente, l’Ing.Franco de’ Molinari, il Dott.Alberto Morena e il Dott.Mohamed TrunJi.” Accanto a una mostra fotografica sulle teste dei convenuti pendeva su supporto circolare la scritta gigante del motto fascista.

fasci-concime-graficanera-NO-COPYRIGHT

Servizio “illuminante” sulle menti fasciste:

servizio_piazza-pulita

Servizio di Alessandra Buccini: nel mondo dell’estrema destra milanese

Fonti:
http://www.associazione-memento.org/2016/05/ass-memento-allo-stand-acsaf-militalia/
https://www.facebook.com/Militalia-272160859627514/timeline
http://www.associazionedecimaflottigliamas.it/
http://www.associazionedecimaflottigliamas.it/notizie/13-i-notiziari/473-militalia-novegro-14-e-15-maggio-2016.html
http://www.osservatorionuovedestre.org/?p=1188

http://www.sportnatura.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=16
http://www.cacciapassione.com/softair-quando-la-guerra-diventa-un-gioco/
http://www.abolizionecaccia.it/notizie/crimini-dei-cacciatori-bracconieri-20142015.html